Lettura Interpretata della Divina Commedia

Dalla Selva Oscura ... All' Amor Che Move il Sole e l' Altre Stelle - Cento Canti In Web

A Partire da giovedì 25 Marzo con cadenza quotidiana verrà pubblicato un canto dell’opera di Dante Alighieri sul Sito Ufficiale della Manifestazione e sui canali Social dell' Associazione (Facebook e You Tube).

Nell’anno Dantesco in cui ricorrono i 700 anni della morte del Sommo Poeta, a causa dell'Emergenza Sanitaria in corso, per sopperire all'impossibilità di poter proporre in piazza alcuna sorta di manifestazione, come appunto la Sacra Rappresentazione, l’ Associazione Artistico Culturale “Il Diamante” in collaborazione con l’ensemble Canavisium MoyenAge propone la lettura via social di tutti e cento i canti della Divina Commedia. 

Questo è Il Canto Che Abbiamo Pubblicato In Data Odierna

(La PlayList Completa si trova Dopo Le Immagini )

Questo invece il Poema Completo Suddiviso Per Cantiche

(Direttamente Dal Canale You Tube)

Il Dantedì dell' anno 2021 e il Cristianesimo  

La scelta della data del 25 Marzo per avviare la pubblicazione dei canti non è casuale infatti non solo coincide con "L' Annunciazione del Signore" e del concepimento Verginale, ma è anche la giornata dedicata alle celebrazioni per il sommo poeta che ha preso il nome di “Dantedì”, in quanto gli studiosi la riconoscono come giorno d’inizio del viaggio nell’aldilà della Divina Commedia.

Lettura Recitata con Accompagnamento Musicale Medievale 

Le letture vengono proposte con l’accattivante interpretazione di Davide Mindo e l’accompagnamento acustico del maestro Paolo Lova con musiche medievali da lui stesso eseguite al liuto. Le registrazioni, eseguite in presa diretta, ovvero senza ricorrere a tagli di regia per rendere meglio l’effetto ‘dal vivo’, sono state e saranno realizzate in diversi luoghi appositamente selezionati per fornire il contesto scenografico ideale anche per valorizzare le suggestioni del territorio.

Le problematiche legate all’emergenza sanitaria hanno rallentato ma non fermato lo sviluppo del progetto, che vede i primi canti realizzati nella cripta della sede degli Scorpioni d’Arduino, situata sulle rovine del teatro romano dell’antica colonia di Eporedia e da sempre associazione che ha partecipato attivamente alle edizioni delle Sacre Rappresentazioni.

Il Commento degli Artisti al Progetto 

<< L’idea è nata per rendere omaggio al sommo poeta e per dare il nostro piccolo contributo alla divulgazione della sua opera>> illustra l’attore e presentatore Davide Mindo che prosegue << ma selezionare alcuni canti per il solo “dantedì” ci sembrava scortese nei confronti di quelli meno conosciuti o comunque sovente scartati perché considerati meno affascinanti. Per cui abbiamo deciso di proporli tutti e cento per rendere un omaggio completo a Dante e che fosse proprio anche a livello temporale una sorta di viaggio, senza buttarli sul web in un colpo solo, ma ‘somministrandoli’ quotidianamente anche per non appesantire ed ammorbare il pubblico, oltre che magari sperare di incuriosire ed attrarre con una decina di minuti al giorno nuovi estimatori. Inoltre come associazione, con questa iniziativa cerchiamo di sopperire all’impossibilità di proporre per il secondo anno consecutivo la Sacra Rappresentazione Medievale della Passione di Cristo, con un questo progetto ugualmente a carattere storico e culturale, nel quale è presente una forte valenza spirituale >>  

Così invece Paolo Lova spiega la scelta della colonna sonora del progetto  << Le musiche che abbiamo utilizzato sono il frutto dello studio fatto su diversi manoscritti medievali e vanno dal 1100 al 1300. Queste melodie, che Dante conosceva molto bene, vengono eseguite con le tecniche dell'epoca, impiegando differenti liuti a seconda delle sonorità richieste: si va dai liuti di grandi dimensioni provenienti dai paesi arabi di realizzazione anonima ad un liuto più piccolo realizzato a Padova da Busato, in alcuni canti si è preferito ricorrere anche al “bouzuki”, versione più moderna del Panduro dell’Antica Grecia, in quanto la sua accordatura in modale ha permesso di  ottenere specifici suoni per incrementare ulteriormente la suggestione dell’interpretazione>>.

Prosegue dunque il sodalizio artistico dell’attore Davide Mindo e del musicista Paolo Lova, che sino allo scoppio della pandemia avevano dato vita a numerosi spettacoli frutto del connubio tra melodie medievali ed arte della parola, parecchi di questi patrocinati dall’Associazione Europea Vie Francigene AEVF e della Città Metropolitana di Torino, nonchè del Comitato di Torino della Società Dante Alighieri .

La Prefazione in collaborazione con Il Centro Lunigiano di Studi Danteschi

La prefazione del progetto e delle Cantiche sono state curate dal Professor Mirco Manuguerra, Filosofo e dantista di fama indiscussa, fondatore e presidente del Centro Lunigiano di Studi Danteschi, nonchè Rettore della Dantesca Compagnia del Veltro e Direttore del bollettino elettronico mensile ‘Lunigiana Dantesca’.

 

Le “pillole dantesche” verranno pubblicate sul sito e sulla pagina  ufficiale della Passione di Cristo www.LaPassioneDiCristo.com, sulle Pagine Facebook “Il diamante” e “Passione Di Cristo - Sacra Rappresentazione Medievale di IVREA” oltre che sul relativo canale youtube.

© 2015 by Davide Mindo

Telefono:

349.1272524

Fax:

0125.53291

Sede Legale: 

Via Galluzia 3, 10010 Banchette (TO)

Codice Fiscale: 

97732780156

Immagini rilasciate con licenza libera Creative Commons By Associazione Il Diamante - Davide Mindo